Progetto PAUSA

Progetto PAUSA

PAUSA è un concept album che racconta la depressione attraverso una storia incentrata sul concetto di Homunculus.
Un sound innovativo ed accattivante, capace di trasportare l'ascoltatore in un'altra dimensione e fargli provare emozioni contrastanti.
"Filosofia, esoterismo, cultura greca, fisica, letteratura, anime, manga [...]" un album impegnativo pieno di riferimenti di ogni genere.
L'ascoltatore viene trasportato dalle basi di Mofw con l'emozione di sprofondare nell'abisso, tutto ciò unito alle disparate voci degli Homunculus presenti in P∆US∆, che dallo Scream, al Rap, al Cantato portano l'ascoltatore a provare continuamente nuove emozioni.
L'album è in collaborazione con Hikikomori Italia, un’associazione che aiuta ogni giorno gli Hikikomori presenti in tutta Italia, i quali spesso sono succubi della depressione.
Il 10% degli introiti sarà devoluto ad Hikikomori Italia con lo scopo di poter dare un aiuto migliore ed un supporto a tutti coloro che ne hanno bisogno.
L'idea è nata a notte fonda, un anno fa. Ero da solo a guardare il nulla, provando una sensazione di vuoto, stressato ed abbattuto per gli eventi da poco capitati. Una mia amica in preda alla depressione è scappata di casa, finendo in stazione a dormire dove è stata trovata dalla polizia e riportata a casa. Troppe sono le persone della mia generazione che soffrono di questa malattia, alcuni si chiudono, altri provano a combatterla, molti non hanno aiuti... chi si droga cercando di scacciare la costante sensazione che attanaglia la testa e chi semplicemente decide che non vale la pena vivere... Ho visto piangere, urlare, scappare, sparire troppe persone... ho sentito frasi da persone più grandi come "devi solo essere felice" o "smetti di essere triste" non coscienti che la depressione non è essere tristi, ma è una malattia, spesso sottovalutata...
Volevo raccontare tutto ciò, ma a modo mio, in un modo astratto e che rappresenti la mia arte, così sono nati gli Homunculus e la storia di P∆US∆, prendendo inspirazione da manga come "Homunculus", "Dragon Head" o pensieri filosofici come "L'esistenzialismo" o "Il Divertissement"
Il nome PAUSA nasce perchè nella musica è l'unica cosa che fa rumore nel silenzio, quel silenzio da cui è cominciato tutto ed i triangoli come riferimento alla cultura A E S T H E T I C.
Inizialmente era nato solo un testo, di una sola canzone. Giorni avanti trovai un artista che mi affascinò, Mofw. Il suo sound particolare ed unico mi affascinò a tal punto da chiedergli una collaborazione, così uscì "Il Suono Del Silenzio".
Artisticamente ero ancora agli esordi, ma nonostante ciò, il brano era complesso, raccontava la depressione esistenzialista attraverso le 3 fasi di Camus, e vedeva P∆US∆ parlare con l'Homunculus di se stesso che rappresentava il Silenzio, sommerso dalla Depressione Esistenzialista.
Nel tempo continuai a parlare con Mofw, scoprimmo che avevamo tante cose in comune, appassionati di ogni genere, ci scambiammo canzoni ed artisti per una sera intera, da Polyphia a Flume, da Lorn ad Ichika Nito.
Così decidemmo di far partire il progetto PAUSA, un album complesso ed artistico, con riferimenti a sonorità tecnologiche e non.
Un anno di lavoro, nonostante gli impegni di entrambi, finalmente è volto a termine.
Una collana sul collo.
Ecco il modo in cui verrà distribuito l'album, una collana con al centro un accessorio Tech, estraibile e collegabile ai propri dispositivi.
Come simbolo che la depressione la si porta sempre addosso e sta solo a noi farla "ascoltare" agli altri. Ed una felpa ispirata al Grunge, fatta a mano, con NFC sulle maniche (https://rfid.it/cos-e-la-tecnologia-nfc/), nera e strappata ovunque, con tagli visibili solo da vicino, come a rappresentare